BAR502, a dual FXR and GPBAR1 agonist, promotes browning of white adipose tissue and reverses liver steatosis and fibrosis
Rivista
Sci Rep. 2017 Feb 16;7:42801. PMID: 28202906
 
Titolo
BAR502, a dual FXR and GPBAR1 agonist, promotes browning of white adipose tissue and reverses liver steatosis and fibrosis
 
Autori
Carino A, Cipriani S, Marchianò S, Biagioli M, Santorelli C, Donini A, Zampella A, Monti MC, Fiorucci S.
 
Dettaglio autore SIF Giovani
MICHELE BIAGIOLI, Department of Surgical and Biomedical Sciences, University of Perugia, Perugia, Italy. E-mail: michele.biagioli@live.it
 
Breve descrizione dell’articolo
La steatoepatite non alcolica (NASH) è una malattia epatica cronica con un’elevata prevalenza.
In questo lavoro abbiamo indagato se il composto BAR502, un ligando duale per i recettori degli acidi biliari GPBAR1 e FXR, sia in grado di invertire la steatoepatite in topi alimentati con una dieta ricca di grassi (HFD) e fruttosio. A seguito della somministrazione di tale dieta gli animali, dopo 9 settimane, hanno guadagnato circa il 30% del peso corporeo e sono risultati insulino-resistenti. A questo punto gli animali sono stati randomizzati e sottoposti o ad una dieta HFD o alla medesima dieta con l’aggiunta della somministrazione giornaliera di BAR502. Gli animali non trattati con il composto dopo 18 settimane di dieta HFD hanno mostrato una grave steatoepatite con fibrosi, un aumento del contenuto epatico di trigliceridi e colesterolo e un’aumentata espressione dei geni SREPB1c, FAS, ApoC2, PPARα, PPARγ, α-SMA, collagene α1 e MCP1. La somministrazione di BAR502 ha causato una riduzione di circa il 10% del peso corporeo, un aumento della sensibilità all’insulina e un aumento dei livelli di HDL circolanti, una riduzione della steatosi, dell’infiammazione e della fibrosi nel fegato e una concomitante riduzione dell’espressione di SREPB1c, FAS, PPARγ, CD36 e CYP7A1. BAR502 ha aumentato l’espressione di SHP e ABCG5 nel fegato e di SHP, FGF15 e GLP1 nell’intestino. Inoltre BAR502 si è dimostrato in grado di promuovere il browning del epWAT e di ridurre la fibrosi epatica indotta da CCl4.
In conclusione BAR502, un ligando duale di GPBAR1 e FXR, protegge dai danni causati al fegato dalla dieta HFD promuovendo il browning del tessuto adiposo.
 
Ultimo aggiornamento: 11.04.2017
Disclaimer - Ricezione pubblicazioni SIF - Sostieni la Ricerca - Chi siamo