Blocking microglial pannexin-1 channels alleviates morphine withdrawal in rodents
A cura della Dott.ssa Arianna Bellucci (Università degli Studi di Brescia, Divisione di Farmacologia, Dipartimento di Medicina Molecolare e Traslazionale)
Autori
Burma NM, Bonin RP, Leduc-Pessah H, Baimel C, Cairncross ZF,  Mousseau M, Shankara JV, Stemkowski PL, Baimoukhametova D,  Bains JS, Antle MC, Zamponi GW, Cahill CM, Borgland SL,  De Koninck Y & Trang T
 
Nome rivista
Nature Medicine
 
Anno
2017
 
Volume
23
 
Pubmed ID/DOI
PMID: 28134928/ DOI: 10.1038/nm.4281
 
Link
http://www.nature.com/nm/journal/v23/n3/pdf/nm.4281.pdf
 
Valutazione dell’articolo
Da leggere
 
Riassunto dei principali risultati descritti nel lavoro
In questo studio Burma e collaboratori identificano il canale Panexina 1 come nuovo target terapeutico per la terapia della crisi da astinenza da oppiacei. Gli autori dimostrano che l’astinenza da morfina induce facilitazione a lungo termine nei neuroni della lamina I e II nelle corna dorsali del midollo spinale che mediano i principali effetti analgesici degli oppiacei. L’ablazione genetica dei canali Pannexina 1 nelle cellule microgliali abolisce invece la facilitazione a lungo termine e migliora la crisi da astinenza da oppiacei. Inoltre, i dati riportati nell’articolo indicano che l’attivazione di Pannexina 1 determina il rilascio di ATP dalle cellule microgliali durante l’astinenza e che l’apirasi, determinando una diminuzione di ATP endogeno a livello spinale, riduce analogamente la sindrome da astinenza da oppiacei. Prevenendo invece la diminuzione di ATP inducono effetti opposti. Infine, il trattamento con un peptide che blocca Pannexina 1, o con i suoi inibitori meflochina e probenecid, sopprime il rilascio di ATP e riduce la severità della crisi da astinenza. 
 
Opinione
Questo lavoro dimostra che nel topo il blocco di Pannexina 1 nelle cellule microgliali allevia la severità della crisi da astinenza da oppiacei senza influenzare gli effetti analgesici degli oppiacei. Se questo verrà confermato nell’uomo, l’identificazione di questi nuovi meccanismi molecolari associati all’astinenza da oppiacei potrebbe aprire nuove prospettive terapeutiche per la cura di questa sindrome in soggetti che hanno effettuato terapie antidolorifiche coniche. In particolare, l’effetto migliorativo ottenuto mediante la somministrazione di probenecid e meflochina supporta la necessità di studi clinici volti alla valutazione dell’efficacia terapeutica di questi farmaci per la cura della crisi da astinenza da oppiacei.
Ultimo aggiornamento: 07.04.2017
Disclaimer - Ricezione pubblicazioni SIF - Sostieni la Ricerca - Chi siamo