Angiotensin II causes apoptosis of adult hippocampal neural stem cells and memory impairment through the action on AMPK-PGC1-alpha signaling in heart failure
A cura della Dott.ssa Barbara Rinaldi (Università degli Studi della Campania Luigi Vanvitelli, Dipartimento di Medicina Sperimentale, Sezione di Farmacologia “L. Donatelli”)
Autori
Kim MS, Lee GH, Kim YM, Lee BW, Nam HY, Sim UC, Choo SJ, Yu SW, Kim JJ, Kwon YK, Kim SW
 
Nome rivista
Stem cells translational medicine
 
Anno
2017
 
Volume
28
 
Pubmed ID/DOI
10.1002/sctm.16-0382
 
Link
http://stemcellstm.alphamedpress.org/lookup/pmid?view=long&pmid=28244243
 
Valutazione dell’articolo
Da leggere
 
Riassunto dei principali risultati descritti nel lavoro
Gli autori dello studio si propongono di identificare uno dei possibili meccanismi alla base del deficit di memoria che spesso insorge in pazienti affetti da scompenso cardiaco. Precedenti studi di MRI hanno dimostrato in tali pazienti un'atrofia a livello dell'ippocampo con perdita neuronale e ridotta neurogenesi. E' noto, inoltre, che l'Angiotensina II è coinvolta nei disturbi della memoria associati a diverse patologie cardiovascolari. Partendo da tali presupposti, gli autori hanno investigato gli effetti dell'Ag II sulla proliferazione e l'apoptosi di cellule staminali dell'ippocampo (HCNs) e un miglioramento della memoria di animali con HF trattati con un antagonista AT1, il losartan. I risultati dello studio per la prima volta hanno evidenziato l'espressione di recettori AT1 e AT2 per l'Angiotensina II sulle HCNs e che l'Angiotensina II riduce la proliferazione e stimola l'apoptosi delle suddette cellule mediante un aumento dei ROS e un'attivazione del pathway AMPK-PGC1-alpha. Tali effetti sono revertiti da un pretrattamento con losartan e con N-acetilcisteina.
Per valutare, poi, il ruolo del losartan nel recupero della memoria, ratti con HF sono stati trattati con l'antagonista AT1 mostrando un miglioramento del deficit che coinvolgeva le HCNs.
 
Opinione
Lo studio descrive in maniera chiara gli effetti dell'Angiotensina II sulle cellule staminali neuronali ippocampali dimostrando il pathway  molecolare  alla base degli effetti dell'Angiotensina II sulla proliferazione e sull'apoptosi. I risultati in vivo, pur sottolineando l'efficacia del trattamento con losartan sul deficit di memoria, necessitano di ulteriori approfondimenti per meglio chiarire il coinvolgimento dell'Angiotensina II locale o sistemica e quali sono le cellule direttamente coinvolte in tali effetti.
Ultimo aggiornamento: 07.04.2017
Disclaimer - Ricezione pubblicazioni SIF - Sostieni la Ricerca - Chi siamo