IRF3 promotes adipose inflammation and insulin resistance and represses browning
A cura della Dott.ssa Maria Grazia Petrillo (National Institute of Environmental Health Sciences (NIEHS) - Signal Transduction Laboratory NIH)
Autori
Kumari M, Wang X, Lantier L, Lyubetskaya A, Eguchi J, Kang S, Tenen D, Roh HC, Kong X, Kazak L, Ahmad R, Rosen ED
 
Nome rivista
The Journal of Clinical Investigation
 
Anno - Volume
2016 - 126
 
Pubmed ID/DOI
doi:10.1172/JCI86080
 
Link
https://www.jci.org/articles/view/86080
 
Valutazione dell’articolo
Da leggere
 
Riassunto dei principali risultati descritti nel lavoro
Negli ultimi anni numerosi studi hanno proposto un ruolo chiave dell’infiammazione cronica tissutale come causa di insulino-resistenza.
Tra i vari pathways molecolari che promuovono l’infiammazione cronica del tessuto adiposo c’è quello controllato dai Toll like receptors (TLR), recettori di membrana coinvolti in numerose risposte biologiche tra cui chemiotassi leucocitaria e regolazione della secrezione di citochine, alterando, negli adipociti, la risposta insulinica. Il presente lavoro descrive come l’attivazione del fattore di trascrizione IRF3, da parte dei TLR, sia coinvolto nei processi infiammatori che promuovono l’ insulino-resistenza nel tessuto adiposo.
In questo studio sono stati utilizzati topi WT e knockout per IRF3 (IRF3-KO) a cui è stata somministrata una dieta ad alto contenuto di grassi (HFD) per mimare la condizione umana di obesità. Rispetto ai WT i topi obesi-HFD mostrano elevati livelli di IRF3 nel tessuto adiposo. I topi IRF3-KO sottoposti a dieta grassa presentano una riduzione dell’espressione di geni pro-infiammatori, un aumento di geni anti-infiammatori ed una migliore tolleranza al glucosio e sensibilità insulinica, anche se mostrano lo stesso grado di obesità e mostrano più appetito dei topi WT. Per analizzare più a fondo quest’ ultima differenza gli autori hanno studiato i processi di termogenesi e metabolismo: la mancanza di IRF3 promuove un imbrunimento del tessuto adiposo bianco inducendo un rialzo del metabolismo basale dimostrando, quindi, un ruolo chiave di IRF3 nell’insorgenza dell’infiammazione cronica nell’ambito dei disordini metabolici.
 
Opinione
L’insulino-resistenza è determinata dalla combinazione di diversi meccanismi fisiopatologici, tra cui l’infiammazione cronica tissutale e difetti del segnale insulinico nei tessuti target. Gli autori di questo studio con i loro dati senz’altro rafforzano tale connessione.  Infatti, l’aumento dei livelli di IRF3 nel tessuto adiposo di topi obesi e nel tessuto adiposo di pazienti affetti da disordini metabolici, potrebbe rappresentare un evento precoce che regola l’infiammazione cronica nel tessuto adiposo.
Dunque, indagare in maggior dettaglio l’asse TLR-IRF3 si dimostra promettente per il miglioramento della resistenza all’insulina indotta da infiammazione.
Ultimo aggiornamento: 05.05.2017
Disclaimer - Ricezione pubblicazioni SIF - Sostieni la Ricerca - Chi siamo