Neuropathic Pain Phenotype Does Not Involve the NLRP3 Inflammasome and Its End Product Interleukin-1beta in the Mice Spared Nerve Injury Model
A cura del Dott. Livio Luongo (Seconda Università degli Studi di Napoli, Dipartimento di Medicina Sperimentale)
Autori
Curto-Reyes V, Kirschmann G, Pertin M, Drexler SK, Decosterd I, Suter MR
 
Nome rivista
PLOS One
 
Anno
2015
 
Volume
28
 
Pubmed ID/DOI
doi: 10.1371/journal.pone.0133707.
 
Link
https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/26218747
 
Valutazione dell’articolo
Da leggere
 
Riassunto dei principali risultati descritti nel lavoro
Il lavoro è di notevole interesse perché esclude l’intervento del complesso NLRP3 inflammasoma, responsabile della produzione di IL-1beta, in un modello sperimentale di dolore neuropatico da legatura e parziale recisione del nervo sciatico spared nerve injury (SNI). Gli Autori dimostrano che, sebbene IL-1beta sia di fondamentale importanza nello sviluppo di allodinia meccanica e nei fenomeni di plasticità sinaptica che avvengono a livello spinale e sovraspinale, la sorgente principale, in questa tipologia di dolore neuropatico, non è il complesso NLRP3. Tale complesso è tuttavia coinvolto in diversi processi neuroimmunoinfiammatori alla base di patologie cronico/degenerative incluse quelle associate a dolore cronico come la fibromialgia. Lo studio pone le basi per identificare dei meccanismi di regolazione fine alla base delle diverse forme di dolore neuropatico che dovranno, di conseguenza, essere trattate diversamente e opportunamente con farmaci attivi su diversi sistemi neurotrasmettitoriali.
 
Opinione
La comprensione dei complessi eventi molecolari e cellulari alla base del dolore neuropatico è di fondamentale importanza per l’identificazione di nuovi bersagli farmacologici al fine di incrementare lo scarso armamentario terapeutico per il trattamento delle diverse forme di dolore neuropatico. Inoltre, la comprensione dei cambiamenti funzionali e biomolecolari delle diverse aree coinvolte nei processi di cronicizzazione del dolore è fondamentale al fine di interpretare meglio questa ormai conclamata patologia neuropsichiatrica.
Ultimo aggiornamento: 06.06.2017
Disclaimer - Ricezione pubblicazioni SIF - Sostieni la Ricerca - Chi siamo