Dalla Prof.ssa Elena Cattaneo (UNISTEM): breve aggiornamento sui fondi pubblici destinati alla ricerca
Come molti di voi sanno, in occasione della cosiddetta "Manovrina", approvata definitivamente lo scorso 15 giugno, si è discusso alla Camera della possibilità di destinare alla ricerca pubblica del Paese, in via competitiva, parte dell'oltre mezzo miliardo di euro di risorse pubbliche gradualmente accantonate negli anni dall'Istituto Italiano di Tecnologia (IIT) causa sovra-finanziamento (il cosiddetto “tesoretto”; qui un articolato riepilogo della vicenda).
In particolare, si è discussa la possibilità di destinare alla ricerca pubblica del Paese i 415 milioni di euro accumulati da IIT e nominalmente presenti sul conto infruttifero n.25039 aperto presso la Banca d’Italia (l’Ente continuerebbe a ricevere 100 milioni annui). Alla fine, i promotori di questi emendamenti hanno deciso di ritirarli a fronte di un’azione del MIUR, descritta in questo comunicato  del 26 maggio 2017, che fonti di stampa hanno quantificato nella promessa di restituzione di 250 milioni da destinare a "progetti di ricerca di interesse nazionale per lo sviluppo del sistema economico del Paese, nonché azioni destinate all’ingresso di giovani nel modo della ricerca".
In attesa di comprendere meglio forme, tempi e modalità di quanto annunciato, vi allego un articolo da Il Secolo XIX a mia firma, volto a ricapitolare la questione “tesoretto". Il testo ha generato una replica firmata da IIT alle cui imprecisioni ho dato seguito con un'ulteriore lettera al quotidiano.
Sperando di fare cosa utile e gradita vi invio in allegato gli interventi volti ad una migliore comprensione dell'intera vicenda. E’ comunque da notare che ad oggi, nessuno, nemmeno IIT, ha potuto confermare l’esistenza effettiva del “tesoretto” (415 milioni)  su un conto corrente ad esso intestato. Analogamente, due interrogazioni parlamentari pertinenti (su partite di giro in uscita da centinaia di milioni e su un prestito da Cassa Depositi e Prestiti ripagato dai cittadini) attendono da mesi risposta.
Ultimo aggiornamento: 26.06.2017
Disclaimer - Ricezione pubblicazioni SIF - Sostieni la Ricerca - Chi siamo